Camion: limitate dall’Austria nuove categorie merceologiche. Divieti dal 2020

Camion: limitate dall’Austria nuove categorie merceologiche. Divieti dal 2020



Dall’Austria ancora limitazioni all’autotrasporto e alla circolazione internazionale. Dopo le restrizioni a decorrere dal prossimo ottobre, Anita, l’associazione nazionale imprese trasporti automobilistici, rende noti gli ulteriori limitazioni che entreranno in vigore a partire da gennaio 2020.

Il nuovo regolamento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale tirolese apporta, infatti, modifiche al divieto di transito settoriale lungo l’autostrada A/12 “Inntalautobahn” da Kufstein ad Ampass, per gli autotreni, autoarticolati, autocarri isolati, aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 t.

Dal 1° gennaio 2020, al divieto di transito per rifiuti; pietre, terre, materiali di risulta/detriti; legname in tronchi, sughero; rimorchi, veicoli M1, M2 e N1; minerali ferrosi e non ferrosi; acciaio (ad eccezione dell’acciaio per cemento armato e da costruzione per l’approvvigionamento di cantieri edili) attivo dal 2016, si unirà marmo e travertino; lo stop per le seguenti categorie merceologiche:

• carta e cartone;

• prodotti minerali liquidi;

• cemento, calce, intonaco bruciato-gesso;

• tubi e profilati cavi;

• cereali.

Sono esclusi dal divieto settoriale i veicoli che devono caricare o scaricare tali materiali nei distretti di Imst, Innsbruck città e periferia, Kufstein, Schwaz (c.d. “Kernzone”), con le seguenti specifiche e con l’obbligo di bollino ambientale sul parabrezza per poter circolare:
veicoli Euro IV solo fino al 31 dicembre 2019;
veicoli Euro V solo fino al 31 dicembre 2022.

Sono inoltre esclusi dal divieto i veicoli che devono caricare e scaricare in comuni di una zona più ampia che va da Lienz in Ost Tirol, a Rosenheim in Baviera, alla Val Pusteria e Alta Val Isarco in Sudtirolo (c.d. “Erweiterte Zone”), aventi le seguenti caratteristiche:

• veicoli Euro IV solo fino al 31 dicembre 2019;

• veicoli Euro V solo fino al 31 dicembre 2022.

Dal divieto settoriale sono esentati i veicoli con propulsione elettrica o a idrogeno ed i veicoli Euro VI; per questi ultimi, l’esenzione vale soltanto se – a partire dal 1° gennaio 2020 – gli stessi sono stati immatricolati dopo il 31 agosto 2018.

Con la pubblicazione del regolamento, l’Austria sta attuando di fatto il programma di divieti di circolazione per i mezzi pesanti che aveva notificato alla Commissione UE ed agli Stati membri nel dicembre 2018.



Sorgente notizia: http://www.trasporti-italia.com Vai al post originale

Avatar
staff
info@eolog.com


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.